mercoledì 11 maggio 2011

CONDIVIDERE I GIOCHI

Ecco cosa ci racconta la nostra Nonna Lì sul gioco:

Non è solo il muovere le mani, l’agire con il corpo, il gioco. Per il bambino è il lavoro, vi impegna tutti i suoi sensi e le sue capacità.
Inizialmente utilizza maggiormente il tatto ( le mani, la bocca), poi la vista, l’udito.
Mentre gioca e attraverso il gioco, si costruisce l’idea prima del suo piccolo mondo: la sua stanza, la sua casa, quindi i dintorni, la città dove vive.
Esplora la realtà, la fa sua, la modifica, la interpreta, in poche parole se la cuce addosso. Dapprima si stanca presto di un gioco e salta dall’uno all’altro senza soluzione di continuità.
Condividerne i giochi, per me, significa fornirgli gli stimoli diversificati per stimolare gli interessi, ma non scegliere per lui come giocare e con che cosa.
E’ lui che deve scegliere e io essere partecipe occasionale ai suoi giochi, mai gli imporrò la mia presenza, ma ci sarò sempre, all’occorrenza, quando lui cerca condivisione nel gioco, quando richiede il mio aiuto, la mia complicità.
Poi, piano piano, sarà lui ad offrirmi il suo aiuto e spero che saprò sempre mettermi al suo livello ricordando…..
Ricordando che la stagione dei giochi non ha età. Si dice che il bambino che c’è in ognuno di noi prenda il sopravvento e…..ma è veramente così? Ognuno di noi è un mondo complesso composto da tanti compartimenti e la ‘sezione divertimento’ in cui il gioco è compreso è parte integrante in ognuno di noi. Grandi o piccoli.
Perciò mi gratifica condividere i giochi con il mio Angelo. Creare insieme oggetti con il pongo. Ideare percorsi con le automobili (la sua passione), insegnargli a tirare la palla nel piccolo canestro appeso ad una parete della sua camera, realizzare disegni coloratissimi a due mani e fantasiose costruzioni o, sempre a due mani trarre improbabili note dall’ organo elettrico.
Ma tutto questo non durerà molto perché il mio Angelo, precoce come non mai, sta già dando segni di avanzamento nel cammino della vita.
Sono sicura che la mia prossima visita sarà piena di sorprendenti novità.



Nonna Lì

1 commento:

  1. Che carino questo articolo...anche io sono molto manuale quando gioco con i miei piccoli. Il pongo è sempre il nostro preferito!

    RispondiElimina